CENNI SULL’EXTENSION

 

All’inizio era una prerogativa di attrici, modelle e cantanti. Nessuna di loro ha mai sfoggiato una capigliatura lunga che non fosse fatta di sole extension almeno negli ultimi anni.
Fra le tante impossibile non citare
Naomi Campbell, la cui lunga chioma nera è fatta di sole extension avendo la supermodella il classico capello afro, Britney Spears, Jennifer Lopez, Gwineth Paltrow e così via, la lista potrebbe andare avanti all’infinito.

Da sempre le donne sognano di avere capelli lunghi e folti e purtroppo molto spesso non si può semplicemente allungare i propri, per questioni di tempo ma non solo. Così la ricerca spasmodica di capigliature lunghe e spettacolari ha fatto creare intorno a questa nuova mania un vero e proprio business di capelli che ovviamente per essere splendidi devono
assolutamente essere veri. Ma anche qui vanno fatte distinzioni: mentre i capelli nordici sono troppo fini e poco adatti al trattamento per divenire extension, quelli cinesi sono troppo spessi e per questo motivo inadatti a loro volta.
I capelli indiani al contrario sono perfetti ma non devono essere capelli che restano nella spazzola che si sciupano facilmente. Il capello perfetto adatto a divenire extension è quel capello che per motivi religiosi le donne indiane tagliano e offrono come dono votivo ai tempi Hindu sparsi per tutta l’India.
Qui i curatori del tempio li raccolgono e mentre una volta questi capelli venivano bruciati, oggi vengono venduti e il ricavato serve a mantenere i templi e a creare scuole e ospedali. I capelli vengono poi
lavati e disinfettati e giungono nel posto dove saranno lavorati, qui subiscono un processo di depigmentazione che serve ad eliminare il colore originale mantenendo intatta la struttura e infine vengono pigmentati ancora.

I sistemi per l’applicazione sono vari ma
molti purtroppo tendono a rovinare i vostri veri capelli.
Esiste la tecnica
“brasiliana” che consiste nell’annodamento ciocca a ciocca delle extension, la tecnica è adatta a tutti i tipi di capelli e non vengono utilizzati componenti chimici che danneggiano il capello a differenza del trattamento con la cheratina. La durata è di circa tre mesi ma le extension possono essere tolte e in seguito riapplicate più volte mentre con le extension in cheratina questo non è possibile.
La tecnica
“africana” consiste invece nel creare delle treccine aderenti a tutto il cuoio capelluto dei vostri capelli a cui poi verranno letteralmente “cucite” le extension. I vantaggi sono la rapidità : il tutto può essere fatto in pochissimo tempo mentre con gli altri metodi ci vogliono delle ore. Purtroppo però la ricrescita diventa visibile in poco tempo.
Il famoso e supersconsigliato
metodo di fissaggio tramite cheratina contrariamente al risultato che il più delle volte è apprezzabile a livello estetico danneggia terribilmente la struttura dei propri capelli: la colla di fissaggio può provare allergie (da qui i vari pruriti) e inoltre i componenti utilizzati per la rimozione seccano i capelli oltre appunto a danneggiarli.

 

METODO LA MONNALISA!

 

La tecnica consiste nell’applicazione di ciocche “a freddo”senza uso di colla e senza soffocare il capello ne danneggiarlo riscaldandolo. Si tratta di applicare centimetri di capelli(e non ciocche...quindi un effetto totalmente diverso, reale e folto!) con strati di bioadesivo medico totalmente anallergico,piatto e non fastidioso. Questo metodo “invisibile” ci permette di lavorare su frangia e laterali garantendo una lunga durata. Le ciocche possono essere sempre riutilizzate o tolte! per maggiori informazioni non esitare a contattarci.



insegna...L'arte della bellezza e del benessere 
               nella sua massima espressione...

Via Patrioti,19 –Ossona (MI)-  Tel : 02.90381174  - info@lamonnalisa .it   ORARIO CONTINUATO

“ Non si vedono….

            …..Non si sentono!! ”